lunedì 24 settembre 2007

Io non sono qui.

Che cosa ci si poteva aspettare da Todd Haynes regista di Poison (1991), Velvet Goldmine (1998) e Lontano dal Paradiso (2002)?
Un altro capolavoro checché ne dica il resto del mondo.
Io non sono qui è un ritratto sfuggente delle anime di Dylan, attraverso l'onirica visione che generano le sue canzoni, e lui stesso.
Non esiste una spiegazione logica. Se si tenta di darsene una, ecco che lui svanisce.
Forse non è mai stato qui.
Interessante l'idea di usare una donna (Cate Blanchet) nell'unico ritratto-fotocopia del cantante.

Prende il massimo dei voti: un mereghetti intero

Nessun commento: