mercoledì 2 gennaio 2008

il regalo di natale dell'azienda.

Adesso non è che voglia fare polemica per forza, però forse un pensierino andrebbe speso.
Le aziende sono solite alla fine dell'anno fare dei regali al personale.
Quanto più l'azienda è pomposa tanto più il regalino sarà d'effetto e così oltre all'agenda, alla cravatta e al foulard griffato c'è stato anche chi si è sbizzarito col design, regalando ai propri dipendenti apparecchi pressocché inutili del valore di almeno 200euro l'uno. Secondo voi un giovane, che nella migliore delle ipotesi ha un contratto rinnovabile ogni anno, cosa potrebbe pensare della sua azienda che gli regala 200 euro di inutilità quando la stessa cifra avrebbe potuto essere un bel riempitivo per la sua secca busta paga? Ma naturalmente che i regali di Natale per i dipendenti si possono scaricare dalle tasse. Allora a questo punto mi chiedo: perché caspita continuano a regalare agende e cravatte che poi non si possono nemmeno rivendere su e-bay senza pagare le spese di spedizione di tasca nostra?

3 commenti:

gofordynamite ha detto...

Tu sai spiegarmi come si usa e-bay? No, perchè l'azienda per cui lavoro mi ha regalato proprio questa radio per Natale, e sono sicuro che farebbe un'ottima figura sullo scaffale di chiunque altro tranne me.

Gabri ha detto...

A me invece non hanno regalato nulla. A nessuno dei miei colleghi l'agenzia ha regalato qualcosa. Anzi, ora che ci penso ad alcuni il regalo l'hanno fatto: una settimana prima del Natale, senza neanche scatola e fiocco per rendere il tutto meno squallido, quattro licenziamenti in tronco. Cattivo Natale e infelice anno nuovo.

Marla Singer ha detto...

Il mio regalo per te è ben più utile: una traccia per un post atomico che non vedo l'ora di leggere sul muro del tuo blog.
The power of BLUES che Sciorti non conosce.

http://www.youtube.com/watch?v=5yGGrrZ_-Xw