lunedì 21 gennaio 2008

Schizofrenia e Vicks

Con il freddo dell'inverno e le bronchiti stagionali, arrivano anche gli spot televisivi che ci invitano all'uso di sciroppi medicinali. Quello più assurdo riguarda il prodotto Vicks della Procter&Gamble, il cui adattamento è curato dalla Publicis Milano. La storia è questa: l'allegra famigliola è riunita in cucina, il bimbetto tossisce e la madre, ai fornelli, guarda con apprensione il frigorifero. Perché? Perché sul frigo c'è una foto di lei in versione "passeggiata primaverile nei boschi" che le chiede se è preoccupata. Lei, la madre in carne e ossa, non fa in tempo a rispondere che un'altra foto sorridente (sempre di lei) le consiglia di non allarmarsi e di usare invece lo sciroppo reclamizzato. Ma dico io: questa donna sale in ansia per un colpetto di tosse del figlio e non fa una piega invece quando si accorge di parlare con delle foto? Che abbia degli effetti indesiderati il rimedio della Vicks? Anche in questo caso ho il sospetto che se l'avessero detto con i fiori sarebbe stato meglio.


2 commenti:

gofordynamite ha detto...

È la magia degli adattamenti.

Marla Singer ha detto...

Una cosa non trascurabile comunque viene asserita: le immagini parlano da sole.

Saranno contenti gli art directors.